Menu
Menu

Did you know that? Marble edition.

Back to blog list

Che io prenda ispirazione per i miei lavori da ciò che vivo, vedo e sento nella vita di tutti i giorni ormai è un dato di fatto. Per questo nuovo post infatti ho attinto dalla mia più recente esperienza lavorativa nel fantastico mondo dei marmi, degli onici e dei semipreziosi e credetemi se vi dico che non potete immaginare quanto vasto possa essere! Per darvene giusto un assaggio vi racconto di alcuni tra i più bizzarri e affascinanti marmi che hanno colpito la mia attenzione sperando possano incuriosire anche voi.


Senza titolo-1-01


LAPIS BLUE

Quando “questa casa è un vero gioiello!” non è più solo un modo di dire. Ebbene sì, c’è chi il Lapis Blue lo indossa al polso e chi ne riveste intere pareti di casa! Di colore blu intenso, questo semiprezioso dalle origini Brasiliane, è un vero gioiello da esibire. Impoverisce il portafogli ma, se sapientemente dosato, arricchisce di colore e di carattere l’ambiente.


CEPPO DI GRE’

Nome: Ceppo di Grè. Luogo di nascita: alle pendici del Monte Clemo. Segni particolari: presenta una tessitura variabile che gli conferisce un aspetto irregolare. Luogo di residenza: capoluogo lombardo. Sfruttato come materiale da costruzione negli edifici della Milano Romana, impiegato nel ‘900 nei rivestimenti di facciata, è la pietra che ha contribuito alla grandezza di Milano. I pilastri della Basilica di Sant Ambrogio, il Cimitero Monumentale e la facciata di Palazzo Marino, sono solo alcuni degli esempi in cui è stata utilizzata, fino alla più recente sede dell’Università Luigi Bocconi di Milano. Un materiale a prima vista povero ma ricco di storia… Insomma, le apparenze ingannano! E voi, ci avevate mai fatto caso?


RAIN FOREST

Che i marmi portino con se storie millenarie si sa ma spesso non lo si apprezza abbastanza. Il Rain Forest è uno di quei marmi, unici nel loro genere, in cui il tempo ha lasciato un vero e proprio segno conservando fino ai giorni nostri delle intere foreste. Quelle che all’apparenza possono sembrare delle semplici venature sono in realtà dei tronchi fossili che riaffiorano in superficie donando tridimensionalità al materiale, specialmente se spazzolato. E non è tutto: la natura è stata così generosa da lasciarci in dono questo materiale in ben tre varianti colore: marrone, verde e giallo.


Vi ho incuriositi abbastanza da farvi aprire google per saperne di più? Come loro ce ne sono tanti altri ma ve li svelerò poco alla volta.

#marblelovers #staytuned

0 comments

Here is no comments for now.

Leave a reply