Menu
Menu

So what do you want to be when you grow up?

Back to blog list

È questa la domanda che ci sentiamo rivolgere più spesso da quando siamo piccoli “Cosa vuoi fare da grande?”

Da che mi ricordi io ho sempre risposto: “qualcosa di creativo”! Una matita tra le mani, un foglio bianco e potevo perdere la cognizione del tempo per ore e ore.

Gli anni sono passati, ad oggi precisamente 25, di quaderni ne ho riempiti tanti (di sogni e di colori) ma ancora non so cosa voglio fare da grande! Perché non si smette mai di imparare, di crescere anche quando si è “già grandi”.

E la strada da seguire? È quella che vi eravate immaginati? La mia no! Dalla laurea in interior design sono passata alla realizzazione di allestimenti che mi hanno aperto porte di bellissimi e irraggiungibili posti. Poi sono partita per New York, dove ho imparato a lavorare al ritmo di una città che non dorme mai. Tornando ho anche organizzato eventi, che più che eventi definirei momenti di pura magia della durata di qualche ora o poco più ma in grado di rimanere nella memoria di tante persone per una vita intera (come i matrimoni ad esempio).

Insomma nella valigia di questo lungo viaggio chiamato vita sto aggiungendo esperienze e sviluppando competenze sempre nuove per far sì che alla prossima domanda “Cosa vuoi fare da grande” io possa rispondere “Ci sto lavorando su!”

To be continued

 This is the question we were asked so many times when we were kids : “so what do you want to be when you grow up?
Since I remember I’ve always said: “something creative!”. A pencil in my hand, a white piece of paper and I could lose the sense of time for hours and hours. After years, exactly 25 until today, and I filled a lot of books ( with dreams and colors) but I still don’t know what I want to be when I grow up because I won’t stop learning and growing up even if I’m already an adult.
And what about following your way? Is this the one you have always imagined? Not mine!
Right after the interior design graduation I began to design temporary enviroments for companies in beautiful and unreachable spots. Then I went to NY where I’ve learned to work at the rhytm of the city that never sleeps. Once I came back home I started planning events. Well, I would better describe them as moments of pure magic that last less then a couple of hours but capable to remain in every people’s mind for a whole life (like weddings).
In the luggage of this adventure called life I’m adding experiences and developing new skills, so the next time you ask me “what do you want to be when you grow up” I will reply “I’m working on it!” 

To be continued

 

Four Seasons Hotel – Milano Italy / Realized under the creative direction of Vincenzo Dascanio
Palazzo Pisani Moretta – Venezia Italy / Realized under the creative direction of Giorgia Fantin Borghi
I didn’t find just a job, I got a family
Villa Ephrussi De Rotschild , Cap Ferrat Cote D’Azur / Planned under the creative direction of Giorgia Fantin Borghi
Working on what you love the most makes you feel like WOW
IMG_3143
A dream came true – NY

1 comment

Chiara

Concordo con te, anche io ci sto lavorando su!

Leave a reply